Tentato omicidio in Provincia di Brescia: il responsabile è un 13enne

Aggiornamento: 7 apr 2021

“Vai e sparagli”. Queste le parole con cui un 27enne di Montichiari ha spinto il nipote giovanissimo, di soli 13 anni, a colpire il rivale in amore. La notte di venerdì 2 aprile, il giovane si sarebbe avvicinato in bicicletta all’uomo a cui doveva sparare, colpendolo però solamente ad una spalla, per poi dileguarsi. Lo zio stava aspettando il nipote non lontano dal punto dell’agguato, per controllare che tutto stesse andando secondi i suoi programmi e per riprendersi la pistola, una calibro 22 detenuta illegalmente.

Il nipote, profondamente turbato, ha ammesso tutto fornendo una ricostruzione precisa dei fatti. Lo zio rappresentava per lui un punto di riferimento, che ha assecondato fino al gesto estremo di sparare ad un altro uomo. Il 13enne è attualmente affidato ai servizi sociali ed è stato trasferito in una comunità protetta.

Lo zio invece si trova in carcere in stato di fermo disposto dal Pm Alessio Bernardi, con l’accusa di tentato omicidio, ricettazione e detenzione di arma clandestina. La vittima, un operaio di 31 anni, è attualmente ricoverata in prognosi riservata e non sembra essere in pericolo di vita.

Le indagini stanno proseguendo allo scopo di chiarire la dinamica del tentato omicidio e stabilire con chiarezza il movente, che potrebbe essere ricondotto a ragioni di tipo sentimentali.


Il direttore del Centro Studi Scienze Forensi, dott. Alessandro Spano a proposito dichiara:

“Oltre al gesto in sé, è ancor di più aberrante che una persona adulta si serva di un minorenne addirittura di anni 14 per tentare di perpetrare un omicidio. Oltre al mal riuscito tentativo di non risultare imputabile, quando invece era chiaro che sarebbe stato il mandante e come tale incriminato, lo zio del ragazzo che in questo momento si trova legittimamente in regime di detenzione preventiva, ha sottovalutato l'impatto psicologico che tale gesto ha e avrà in futuro sul ragazzo, segnando profondamente la sua vita con un crimine così efferato, in particolare in questo momento molto delicato della sua maturazione psichica”.

Fonte: Corriere della Sera - https://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/21_aprile_04/tentato-omicidio-montichiari-sparare-stato-13enne-2f71b648-956f-11eb-a32e-b18da2161119.shtml

Immagine: https://www.google.it/amp/s/amp.bresciatoday.it/cronaca/montichiari-nipote-zio-tentato-omicidio.html


A cura di:

Sofia Gibelli

36 visualizzazioni0 commenti